Licalzi

La psicologia di Dio

Prezzo€ 4.99

Fino a che punto tutto ciò che esiste fuori e dentro di noi ci consente di sperare in un proposito cosmico? O l’esistenza di tutte le cose è solo un accidentale ribaltamento del nulla che al nulla ritornerà senza lasciare traccia di sé?
Dio, o quello che gli orientali chiamano Spirito Sottile, è l’ipotesi, la speranza o la fede, che può dare un significato a questo lampo di consapevolezza che è la nostra esistenza. Lorenzo Licalzi indaga su questa speranza e si addentra nella “psicologia” di Dio con i dati che la coscienza, e la conoscenza che abbiamo del mondo, possono fornirci. Noto e apprezzato per romanzi e racconti molto amati, ripercorre qui il pensiero e le posizioni dei maggiori filosofi, scienziati, psicologi, mistici e pensatori e propone esiti e confronti singolari su temi e questioni più che mai aperti e suggestivi.

“Credo che aldilà della materia ci sia lo spirito, e che la vita dell’uomo, nella sua incredibile complessità, non possa esser ridotta unicamente a una transizione di fase di materia inorganica prodotta da irripetibili e casuali incontri molecolari. Mi pare irragionevole che l’universo “si sia dato la pena di esistere” magnifico e misterioso, eccessivo e articolato, senza una ragione superiore. Detto questo, e ammessa, se non altro come postulato, l’esistenza di una Ragione Superiore, non so chi sia nel giusto nell’immaginare Dio tra occidentali e orientali, ma non mi pare un grande problema, ciò che conta è la distinzione tra la fisica e Dio, tra il mondo inteso come un sistema fisico senza scopo oppure come un sistema spirituale che si serve della fisica per ottenere i suoi scopi.”
Lorenzo Licalzi